5 minuti...dopo lo shampoo

lunedì 30 marzo 2015

Salve a tutti!
Come ormai saprete, da un po’ di tempo partecipo al tag a puntate creato da Sue di Cosmetic Mind e Redditude (ciao care!). So che loro hanno già finito le puntate da un po’, ma io sono rimasta indietro praticamente dall’inizio e recupererò in questi giorni! Spero che il post possa essere comunque utile e di vostro gradimento!
Questo terzo appuntamento riguarda i cinque minuti che dedichiamo a noi stesse dopo lo shampoo, quindi si parlerà di capelli. Prima di iniziare, mi sembra doveroso descrivervi il mio tipo di capello: ho i capelli molto lunghi, naturalmente mossi, molto fini e con tendenza ad ingrassarsi sulle punte, mentre sono secchi sulle lunghezze.
Devo dire che la mia routine è cambiata molto negli ultimi anni- mentre in passato ero piastra-dipendente, ora mi sono “disintossicata” da questa abitudine e la faccio solo una volta ogni tanto. Ovviamente, eliminando questo step tutto il processo si è velocizzato di molto, il che è una fortuna, visto che io faccio la doccia la mattina prima di uscire e quindi non ho molto tempo.
Subito dopo lo shampoo, che passo esclusivamente sulla cute, mi dedico al balsamo: questo passaggio è per me fondamentale, perché i miei capelli sono molto fini e tendono a formare nodi alla velocità della luce. Passo quindi il balsamo su tutte le lunghezze (non sulla cute, altrimenti mi ritroverei i capelli unti), lo lascio agire qualche minuto e poi risciacquo via il tutto. Un balsamo con il quale mi sto trovando bene, attualmente, è il balsamo Ultra Dolce Garnier all’olio di cocco e burro di cacao.
A  volte scelgo di fare una maschera al posto del balsamo- tipo le maschere per capelli della Omia, per intenderci. Quando faccio la maschera la applico allo stesso identico modo del balsamo, ma la lascio agire un po’ di più (non meno di cinque minuti) prima di risciacquare abbondantemente. Non faccio mai la maschera quando applico il balsamo o la combo potrebbe rivelarsi fatale su dei capelli fini come i miei!
Successivamente, una volta fuori dalla doccia, tampono i capelli bagnati con un asciugamano (stando attenta a non sfregare troppo la cute) per rimuovere l’acqua in eccesso, dopodiché altrettanto delicatamente li pettino- so che non andrebbe fatto o che perlomeno la spazzola usata in questo step dovrebbe essere una Tangle Teezer o simili. Io ancora non ho questa tipologia di spazzola, o meglio ce l’avevo fake cinese e si è rotta, quindi devo provvedere a procurarmela quanto prima. In mancanza di altro, devo accontentarmi di una spazzola normale, ma cerco di rendere il processo il più delicato possibile.
Infine passo all’asciugatura con il phon. Io asciugo sempre i capelli così, anche d’estate, perché purtroppo quando li lascio asciugare all’aria mi prende un mal di testa lancinante! Inoltre, lavando i capelli di mattina, sono sempre di fretta, quindi ormai è diventata una necessità.
Bene, per oggi è tutto! Come potete leggere non faccio niente di eclatante, anzi- dovrei decisamente imparare a prendermi più cura dei miei capelli. Devo lavorare su questo aspetto!
Spero che questo articolo vi sia stato un minimo utile. A prestissimo con il prossimo post!
Suze

2 commenti:

  1. Anche io sono obbligata ad usare il phon sia in inverno che in estate. Soffro di cervicale!

    RispondiElimina
  2. @LaDama Bianca: come ti capisco! E' davvero impossibile non usare il phon per me!

    RispondiElimina

Adoro leggere i vostri commenti! <3 Grazie per la visita, spero che l'articolo vi sia piaciuto!